Ecomuseo del granito di Montorfano

Mergozzo è terra di pietra con il suo paesaggio che coniuga la trasparenza delle acque lacustri all’imponente presenza del Montorfano, cui è dedicato l’Ecomuseo del Granito, ed è terra millenaria, con le tracce archeologiche risalenti all’età della pietra e conservate nel Civico Museo Archeologico.

Visitare il territorio ed il Museo di Mergozzo con l’Ecomuseo di Montorfano, che con esso forma un tutt’uno, significa dunque compiere un viaggio attraverso i secoli che permette di coniugare la scoperta delle più antiche civiltà con la conoscenza della storia, delle tradizioni, del lavoro dell’uomo e scoprire come questo abbia modellato il paesaggio e ne sia stato al contempo condizionato.

L’Ecomuseo del Granito coinvolge l’intero territorio mergozzese e dei dintorni, comprendendo le aree estrattive del marmo rosa di Candoglia, del granito bianco di Montorfano, verde di Mergozzo e rosa di Baveno. Per la valorizzazione congiunta del tema del granito è attiva da gennaio 2017 una convenzione di cui sono partner con il Comune di Mergozzo, il Comune di Baveno con il Museo Granum e il Gruppo Archeologico di Mergozzo, che agiscono in rete in seno all'Ecomuseo per raccontare la millenaria storia estrattiva nell'are dei "Graniti dei Laghi", affiornamenti di roccia magmatica del Permiano (275-283 milioni di anni), sana e compatta, adatta alla coltivazione lapidea.

Il Montorfano e l'area del Monte Camoscio e del Mottarone rappresentano uno straordinario laboratorio a cielo aperto per osservare il mestiere dei cavatori di oggi e le tracce delle lavorazioni antiche nelle cave dismesse. L'uso della pietra si manifesta mirabilmente nella trama delle fortificazioni della "Linea Cadorna", il Monitorano in particolare cela inoltre, tra i boschi raggiungibili anche con sentieri e mulattiere di grande bellezza paesaggistica, un borgo dove il tempo sembra essersi fermato: San Giovanni. Qui si trova l’omonima chiesetta, gioiello del romanico locale, con le vicine tracce archeologiche di fondazioni paleocristiane, e poi, per le vie del piccolo paese, testimonianze di vita e lavoro di un tempo nella tipologie edilizie tradizionali, nei terrazzamenti a coltivo e nella minuta rete di collegamenti.

 
Laboratori Ricicleria PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 22 Marzo 2019 08:58

“Ricicleria”

Laboratori per tutte le età,

aspettando i “Percorsi trasversali 2019”

 Dal 30 marzo partono nell’Antica Latteria Sociale di Mergozzo, ristrutturata come centro culturale, le prime attività, organizzate dall’Ecomuseo del Granito e dal Comune di Mergozzo, con la collaborazione del GAM e il contributo di Fondazione Cariplo e Fondazione Comunitaria del VCO.

A sottolineare il grande impegno di recupero dell’immobile, restituito a una funzione pubblica, dopo 48 anni di cessazione dell’attività di lavorazione casearia, tutta la programmazione culturale del 2019 viene dedicata al tema, estremamente attuale, del “riciclo”in tutte le sue forme, che culminerà nella mostra estiva “Percorsi trasversali” nel mese di agosto.

In primavera il tema verrà lanciato attraverso lo stimolo al riciclo creativo di vari materiali di scarto, con due cicli di Laboratori, uno interamente dedicato ai bambini e condotto da Monica Maestronidell’Associazione EleMenti Creative, l’altro dedicato agli adulti, con particolare riguardo a insegnanti ed educatori, condotto da Marisa Cortese, docente di materie artistiche, curatrice di esposizioni d’arte e fondatrice dell’Associazione Siviera.


Ecco i programmi:

PER BAMBINI 5-12 ANNI

A cura di Monica Maestroni, EleMenti Creative

Sabato 30 marzo ore 15.30-17.30 - Giocare con carta e cartone

Sabato 27 aprile ore 15.30-17.30 - Tra colore e trasparenza: la plastica

Domenica 26 maggioore 15.30-17.30 - Morbida gommapiuma

 

PER INSEGNANTI , EDUCATORI e tutti coloro che desiderano sviluppare creatività e manualità

A cura di Marisa Cortese, Associazione Siviera

Sabato 6 aprile ore 15.30-18.00 - Antichizzazione in 3D

Sabato 25 maggio ore 15.30-18.00 - Trash Art o la bellezza del recupero

Sabato 22 giugno ore 15.30-18.00 - Collages creativi e mai visti ealberi in 3D

Agli insegnanti verrà rilasciato attestato di frequenza che potrà essere presentato alla direzione del proprio Istituto per la validazione ai fini dell’aggiornamento.


PER TUTTI A cura di Le Cicale

Sabato 8 giugno ore 15.30-18.00 - Gioielli con materiali di recupero

 

PRENOTAZIONE RICHIESTA: tel. 0323 840809 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

INGRESSO AD OFFERTA LIBERA • Materiali messi a disposizione dall’organizzazione

 

I corsisti saranno invitati nei giorni dal 22 al 24 luglio a collaborare all’allestimento della mostra diffusa “Percorsi trasversali 2019 RICICLERIA”

 

Informazioni:Civico Museo Archeologico di Mergozzo, tel. 0323 840809,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Inaugurazione Antica Latteria PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 20 Febbraio 2019 13:17

Ecomuseo del granito di Montorfano

Comune di Mergozzo

9-10 marzo 2019 Inaugurazione dell’Antica Latteria restaurata

Il Comune di Mergozzo e l’Ecomuseo del Granito a gestione civica si preparano ad un importante momento per il patrimonio storico e culturale del territorio, si tratta della inaugurazione, quale sede ecomuseale e centro culturale, dell’antica Latteria Sociale di Mergozzo, che da oltre cento anni ha sede in vicolo XI al civico 11a. L’immobile, sede fin dal 1868, del pionieristico consorzio degli allevatori per la lavorazione del latte e la produzione di burro e formaggi, cessò dalle sue funzioni nel 1971 e oggi, grazie alla determinazione dell’Amministrazione comunaleche ha curato l’iter di acquisizione al proprio patrimonio, seguendo la volontà dei tanti eredi degli ex soci, viene restituita ad una funzione pubblica e comunitaria, dopo un accurato restauro reso possibile, oltre che dalle risorse dedicate dal Comune, dal finanziamento di Fondazione Cariplo, che ha selezionato il progetto per il tramite di Fondazione Comunitaria del VCO, quale “emblematico minore”.

Nell’edificio sono stati ricavati al primo piano un’ampia sala conferenze, al piano terrà uno spazio polivalente attrezzato per attività laboratoriali e mostre temporanee.

Il compimento dei restauri verrà sottolineato con la cerimonia inaugurale presso l’immobile alle ore 15.00di Sabato 9 marzo 2019, seguiranno nella sala conferenze i Saluti istituzionali delle Autorità, con gli interventi del sindaco di Mergozzo, Paolo Tognetti, dei rappresentati di Fondazione Cariplo e Fondazione Comunitaria, per la quale sarà presente il Presidente Maurizio De Paoli, dei rappresentanti della Regione – settore cultura-Ecomusei. Sono infine previsti gli interventi dei partner di progetto, Comune di Baveno, rappresentato dal sindaco Maria Rosa Gnocchi, e l’Associazione per la ricerca e la valorizzazione del patrimonio archeologico e storico di Mergozzo, meglio nota come GAM, rappresentata dalla presidente prof.Annarosa Braganti. Il restauro dell’immobile è infatti inserito in un piano di lavoro articolato volto a valorizzare sotto il profilo storico-culturale e turistico il tema delle “Vie di pietra e d’acqua”, in base al quale diverse attività condivise sono state messe in campo fin dal 2017 e continueranno a essere proposte nell’anno corrente e negli anni futuri. La coordinatrice dell’Ecomuseo, Elena Poletti, traccerà il calendario delle iniziative che si susseguiranno nel corso dell’anno 2019.

Lo stesso pomeriggio troveranno quindi spazio alcune delle numerose proposte culturali sul tema. Alle ore 16.00 presso la sala espositiva al piano terreno della Latteria verrà aperta la mostra fotografica La pietra e la manodella fotoamatrice Monica Pelizzetti, che ha colto i vari momenti della lavorazione del granito nella Cava di Montorfano ancora attiva, restituendoli in un suggestivo percorso d’immagini.

Seguirà alle ore 17.00, nuovamente nella sala conferenze della Latteria, la presentazione del volume Le vie della pietraEstrazione e diffusione delle pietre da opera alpine dall’etàromana all’età moderna. Atti del Convegno per il decennaledell’Ecomuseo del Granito, con interventi di Francesca Garanzini, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli, e di Tullio Bagnati, Parco Nazionale Val Grande e Sesia- Valgrande Unesco Geopark.

Il convegno fu organizzato con la duplice finalità di sottolineare la ricorrenza del decennale dell’Ecomuseo del Granito e l’avvio del progetto “Vie di pietra, vie d’acqua” che ha portato al restauro dell’Antica Latteria. I contributi raccolti si devono al lavoro di 34 autori, che hanno preso in esame l’attività estrattiva riferita a una trentina di varietà lapidee dell’arco alpino occidentale e all’uso delle pietre in monumenti dall’età romana all’età moderna. Naturalmente un posto di primo piano è occupato dal marmo rosa di Candoglia e dai graniti bianco di Montorfano e rosa di Baveno. Il volume conta 392 pagine con un ricco apparato di immagini a colori.


I festeggiamenti inaugurali proseguono Domenica 10 marzo alle ore 17.00 conVoce di Donna, concerto tra cantautorato, jazz e musica popolarecon Cristina Meschia, voce, e Julyo Fortunato, fisarmonica e contrabbasso.

 

Informazioni:Civico Museo Archeologico di Mergozzo, tel. 0323 840809,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Ufficio turismo e cultura di Baveno, tel. 0323 924632,  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
Convegno per i 50 anni del GAM PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 06 Febbraio 2019 09:18

Sabato 19 ottobre 2019

Convegno per i 50 anni di attività del Gruppo Archeologico Mergozzo

Strumenti e armi nella preistoria e protostoria dell’arco alpino occidentale


Il Civico Museo Archeologico di Mergozzo e il Gruppo Archeologico, che ne anima l’attività, organizzano per il 19 ottobre 2019 un convegno in occasione del cinquantennale di costituzione del Gruppo e dell’avvio della raccolta dei reperti che costituirono la base dell’allestimento museale (1969), oltre che come omaggio e ricordo del primo fondatore e animatore del Gruppo, Alberto De Giuli, scomparso nel 2017.

Il Convegno, che si avvale della collaborazione scientifica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Biella, Novara, Verbano Cusio Ossola e Vercelli, nelle persone delle funzionarie archeologhe Francesca Garanzini, Elisa Lanza e Lucia Mordeglia, è dedicato al tema: “Strumenti e armi nella preistoria e protostoria dell’arco alpino occidentale

Questa tematica si presta a valorizzare in primo luogo il consistente patrimonio di industria litica conservato in Museo, che fu tra i primi nuclei di reperti raccolti sul territorio mergozzese dal Gruppo; a questi si sono aggiunti negli anni ulteriori elementi, affidati in custodia dal Ministero in seguito a recenti scavi eseguiti sul territorio provinciale del VCO.

A tale proposito, sono invitati a proporre uno proprio contributo gli studiosi autori di studi specifici inquadrabili nell’argomento. Gli interventi potranno vertere sull’esame di armi e strumento da singoli siti archeologici o affrontare studi tipologici e tematici di più ampio respiro nell’ambito indicato.

Ulteriori informazioni possono essere richieste  a museomergozzo@tiscali.ittel. +39 0323 840809 (segreteria del Convegno)

 

 
Disponibile il gioco Lungo la via del marmo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 06 Dicembre 2018 16:24

Uno speciale gioco per conoscere le pietre del territorio e il loro lungo viaggio verso Milano

Dal 2 dicembre è disponibile al pubblico l’originale gioco da tavolo “Lungo la via del marmo”, scaturito dalla collaborazione tra Ecomuseo del Granito, Gruppo Archeologico Mergozzo, Museo GranUM di Baveno, Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano e Parco Nazionale Val Grande, nel contesto dell’omonimo progetto didattico con le classi delle scuole medie di Mergozzo, Baveno, Omegna, Orta San Giulio e Baceno.

Si tratta di un gioco da tavolo, simile al Gioco dell’Oca, che nel percorso propone sfide, difficoltà e vantaggi che possono essere superati o acquisiti dimostrando una certa conoscenza delle pietre locali e della storia del loro viaggio e impiego a Milano e in altre località d’Italia e del Mondo. La produzione del gioco è stata resa possibile dal contributo della Fondazione Comunitaria del VCO nel contesto del progetto “La pietra racconta” (capofila Comune di Baveno, partner Comune di Mergozzo e GAM).

Nella scatola si trovano la tavola da gioco, 48 carte contenenti le sfide, difficoltà e vantaggi, le carte-premio riproducenti le materie prime del territorio (marmo rosa di Candoglia, granito bianco di Montorfano, granito rosa di Baveno e legname), le pedine (costituite da frammenti di pietre locali di diversi colori), i dadi e un libretto delle istruzioni da 16 pagine che, oltre alle regole del gioco, racchiude anche informazioni didattiche sulle pietre locali e sul loro impiego a Milano.

Il gioco è distribuito dietro offerta che andrà a supportare le attività didattiche e culturali degli enti promotori.

gioco lungo la via del marmo

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Dicembre 2018 16:31
 

In evidenza

Convegno per i 50 anni del GAM

Sabato 19 ottobre 2019

Strumenti e armi nella preistoria e protostoria dell’arco alpino occidentale


Il Civico Museo Archeologico di Mergozzo e il Gruppo Archeologico, che ne anima l’attività, organizzano per il 19 ottobre 2019 un convegno in occasione del cinquantennale di costituzione del Gruppo e dell’avvio della raccolta dei reperti che costituirono la base dell’allestimento museale (1969), oltre che come omaggio e ricordo del primo fondatore e animatore del Gruppo, Alberto De Giuli, scomparso nel 2017.

Il Convegno, che si avvale della collaborazione scientifica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Biella, Novara, Verbano Cusio Ossola e Vercelli, nelle persone delle funzionarie archeologhe Francesca Garanzini, Elisa Lanza e Lucia Mordeglia, è dedicato al tema: “Strumenti e armi nella preistoria e protostoria dell’arco alpino occidentale

Questa tematica si presta a valorizzare in primo luogo il consistente patrimonio di industria litica conservato in Museo, che fu tra i primi nuclei di reperti raccolti sul territorio mergozzese dal Gruppo; a questi si sono aggiunti negli anni ulteriori elementi, affidati in custodia dal Ministero in seguito a recenti scavi eseguiti sul territorio provinciale del VCO.

A tale proposito, sono invitati a proporre uno proprio contributo gli studiosi autori di studi specifici inquadrabili nell’argomento. Gli interventi potranno vertere sull’esame di armi e strumento da singoli siti archeologici o affrontare studi tipologici e tematici di più ampio respiro nell’ambito indicato.

Ulteriori informazioni possono essere richieste  a museomergozzo@tiscali.ittel. +39 0323 840809 (segreteria del Convegno)


Read more