Legni e tessuti di 2000 anni fa

Legni e tessuti di 2000 anni fa

Sabato 13 maggio 2017, presso il Civico Museo Archeologico di Mergozzo, dalle ore 17.00, si terrà l'incontro per il ciclo “L’eterno e l’effimero” dal titolo "Legni e tessuti di 2000 anni fa".

Gli archeobotanici, che negli scorsi mesi hanno analizzato i frammenti di materia organica rinvenuti nella necropoli orientale “della Cappella” di Mergozzo, oltre ad illustrare gli aspetti generali della loro particolare attività scientifica, daranno conto di alcuni risultati delle analisi effettuate che hanno consentito, attraverso l’esame dei legni mineralizzati sugli attrezzi da lavoro in ferro, di ricostruire alcuni elementi del paesaggio vegetale antico.

Mentre i resti di tessuti, anch’essi conservati per mineralizzazione su strumenti e oggetti d’ornamento, hanno permesso di individuare tecniche e tipologie di fibre tessili impiegate e infine i frammenti di cuoio restituiscono utili dati sulle calzature indossate dai mergozzesi di 2000 anni fa.

L’archeobotanica, disciplina il cui nome è stato coniato nel 1978, si occupa dell’analisi di diverse tipologie di resti di materia organica e contribuisce anche con questi dati a offrire una ricostruzione dettagliata del passato.

La conferenza si inserisce nel ciclo annuale per il decennale dell’Ecomuseo del Granito “L’eterno e l’effimero” con riferimento ai materiali durevoli, quali la pietra, e a quelli deperibili e destinati a scomparire con il passare dei secoli, quali il tessuto e il legno.


COMITATO PARKINSON CUP E GRUPPO ARCHEOLOGICO MERGOZZO PORTICATO DELLE CAPPELLE DALLE ORE

19.30 ESERCITAZIONI DI IMMAGINAZIONE Concerto in memoria di Alberto De Giuli

Nella stessa giornata del 13 maggio si terrà presso il Porticato delle Cappelle di Mergozzo un evento, organizzato dall’Associazione Amici Parkinsoniani VCO onlus e dal Gruppo Archeologico, in ricordo di Alberto De Giuli, fondatore del Gruppo, animatore di tante iniziative di ricerca storica e archeologica, scomparso nel gennaio 2016 dopo aver lungamente lottato contro la malattia di Parkinson.

Dopo un momento con interventi a ricordo di Alberto a cura di amici e colleghi, si terrà il concerto “Esercitazioni di immaginazione” con NeverSeenOrchestra, diretta dal maestro Gianmaria Bellisario.

Il concerto è a offerta libera. Il ricavato sarà devoluto a iniziative a favore di persone affette dalla malattia di Parkinson.

 

In evidenza

Miti, amori e trasformazioni

Venerdì 7 dicembre il Civico Museo Archeologico di Mergozzo e l’Ecomuseo del Granito invitano amici e visitatori ad un incontro d’auguri natalizialle ore 21.00 presso la rinnovata sede espositiva.

Per evidenziare alcuni dei reperti e sottolineare al contempo la ricorrenza del bimillenario della morte del poeta latino Ovidio, il Museo e il Gruppo Archeologico, con la collaborazione della presidente prof. Annarosa Braganti, insegnante di Greco e Latino presso il Liceo Cavalieri, propongono un’inconsueta modalità di visita. I reperti saranno infatti elementi d’ispirazione per la lettura di alcuni degli immaginifici racconti tratti dalle opere di Ovidio, in particolare dalle “Metamorfosi”, ma non solo.

Da oggetti come l’altare a Giove di Candoglia o le gemme incise con figure mitologiche o altri elementi figurati scaturiranno le narrazioni mitologiche di Leda e il cigno, Ganimede e l’aquila, Narciso ed Eco, Filemone e Bauci… complesse e affascinanti storie di amori e trasformazioni che la poesia di Ovidio ha reso immortali.

Nella stessa serata sarà inoltre presentato e messo a disposizione per un originale e istruttivo regalo di Natale il gioco “Lungo la via del marmo”, scaturito dalla collaborazione tra Ecomuseo del Granito, Museo GranUM di Baveno, Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano e Parco Nazionale Val Grande, nel contesto dell’omonimo progetto didattico con le classi delle scuole medie di Mergozzo, Baveno, Omegna, Orta San Giulio e Baceno. Si tratta di un gioco da tavolo, simile al Gioco dell’Oca, che nel percorso propone sfide, difficoltà e vantaggi che possono essere superati o acquisiti dimostrando una certa conoscenza delle pietre locali e della storia del loro viaggio e impiego a Milano e in altre località d’Italia e del Mondo. La produzione del gioco è stata resa possibile dal contributo della Fondazione Comunitaria del VCO nel contesto del progetto “La pietra racconta” (partner Comune di Baveno, Comune di Mergozzo e GAM).

A conclusione della serata il GAM offre un brindisi d’auguri.

Read more