Il granito oggi

La lavorazione del granito bianco oggi

Attualmente sul Montorfano è attiva un'unica cava di granito bianco, gestita da Co-ver Natural Stone, ma il mestiere del "picasass" è ben diffuso con numerosi laboratori di taglio e lavorazione della pietra sul territorio mergozzese.

Cavatori, scalpellini e scultori della pietra a Mergozzo

Co-ver Natural Stone
Località Portaiolo - Regione Montorfano | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

DanArt
Via Poletti, 21 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Graniti Varalli s.n.c.
Via Gravellona, 6 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Martinelli Lidio s.n.c.
Via Romana, 1 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Mergozzo Graniti s.r.l.
Via Gravellona | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Ossola Graniti
Loc. Bettola-Strada Prov | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Pavistra s.n.c.
Via Tari, 9 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Piralla Graniti s.n.c.
Via L. da Vinci, 24 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Rossini Nicolao
Via Cominazzini, 40 | 28802 Candoglia di Mergozzo (VB) | Italy

Scur Diego
Via Gravellona, 25 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Tonet Mario
Via Pallanza,1 | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Vignadocchio Graniti
frazione Pratomichelaccio | 28802 Mergozzo (VB) | Italy

Ricordiamo inoltre due artisti che, in forme assai differenti, hanno scelto il granito del Montorfano per le loro opere.


Eva Sorensen: Il granito verde come forma d'arte
L’artista danese Eva Sorensen (Herning 1940), cittadina onoraria di Mergozzo e residente in Italia dagli anni Sessanta. Nel 1977 ha scoperto il granito verde di Mergozzo ed ha iniziato a realizzare le sue sculture con questo materiale con una prima esposizione a Milano, Parco del Sempione, già nell’estate del 1978. Da diversi anni la sua opera scultorea è realizzata quasi esclusivamente con il granito verde e sue sculture si possono ammirare in numerosi spazi pubblici in Italia e Danimarca. Il Comune di Mergozzo ha ricevuto in dono disegni preparatori e lavori di incisione su lastre di differenti pietre ossolane.

Giuseppe Lusetti: granito da record
Il granito bianco di Mergozzo nel 2011 è entrato anche nel Guinness World Record grazie all’artista Giuseppe Lusetti, che nel 1997 ha ricavato da un unico blocco di pietra una catena composta da 239 anelli senza giunture, lunga quasi 30 m e pesante 400 kg. L’opera ha richiesto circa 8 mesi di lavoro ed è oggi esposta presso l’atelier dell’artista nella centrale via Roma a Mergozzo.

 

 

 

Cenni sulle tecniche estrattive e di taglio attuali

Oggi per l’escavazione della pietra si usano tecniche molto sofisticate che permettono di ottenere blocchi piuttosto regolari e squadrati direttamente nel luogo di estrazione.

Negli anni Settanta del Novecento è stato introdotto per la prima volta in una cava di Mergozzo il metodo di taglio detto “taglio continuo”. Si esegue facendo dei fori così vicini tra loro da intersecarsi parzialmente, e infine il blocco viene totalmente staccato dalla montagna con una piccola carica di esplosivo.

A volte viene ancora adottato l’esplosivo per l’estrazione di pietre ornamentali, ma secondo una tecnica molto raffinata, decisamente diversa dai più antichi metodi con la polvere nera. Infatti si eseguono fori paralleli dal diametro di circa 3 centimetri distanziati tra loro 30 o 40 centimetri. In essi vengono introdotti pochi grammi di polvere da sparo per foro, circa 15 grammi, e una volta fatti brillare si ottiene un blocco unico ed integro e non una rottura della pietra in molti frammenti.

Una tecnica che è sempre più utilizzata nelle cave di marmo, granito e gneiss è il taglio mediante un cavo d’acciaio ricoperto di perline diamantate, le quali lo rendono molto tagliente. Questo metodo produce pochissimi pezzi di scarto e aumenta la salvaguardia del giacimento, rispetto all’uso dell’esplosivo.

Mediante l’uso di tagliablocchi, slitte che permettono un taglio preciso della pietra, i grossi blocchi vengono poi ridotti in pezzi più piccoli che vengono caricati su autocarri con il derrick, una macchina molto robusta che permette il sollevamento di grandi pesi.


 

In evidenza

Previous Succ.
  • 1
  • 2
Museo in gioco 2017

Museo in gioco 2017 - STORIE DI LEGNO E DI PIETRA

Anche per il 2017, grazie alla consolidata collaborazione con la Biblioteca per Ragazzi e il progetto Nati per Leggere di Mergozzo, ampliata anche con la collaborazione con il Comune di Baveno e il Museo Granum, ove si terrà uno degli appuntamenti, il CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO e l'ECOMUSEO DEL GRANITO, che compie 10 anni, propongono un calendario di incontri e attività per coinvolgere i più piccoli. Questo il programma dell'anno:

Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 22 aprile ore 15.30-17.30

Storie di pietra – letture di racconti con la pietra come soggetto o ambientazione, a seguire laboratorio creativo e merenda


Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 20 maggio ore 15.30-17.30

Storie di legno – speciale “Pinocchio”, una storia, tante storie…, a seguire laboratorio creativo di costruzione burattini

Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 10 giugno

Notte in museo – torna, a grande richiesta, la possibilità di passare una notte insolita in un luogo insolito, tra le pietre antiche del museo… (numero massimo 10 partecipanti)


Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 23 settembre ore 15.30-17.30

Compleanno del museo e dell’ecomuseo del granito – letture animate “le migliori storie di legno e di pietra”, a seguire laboratorio creativo


Baveno, Museo Granum - Domenica 8 Ottobre ore 15-17

Giornata F@Mu – pomeriggio in museo con attività ludiche per bambini e famiglie (presentazione del gioco “trivial pursuit lungo la via del marmo” frutto del progetto con le scuole medie del territorio e la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano)




Read more
La pietra racconta - Stone on stage 2017



BAVENO E MERGOZZO - Venerdì 25-Sabato 26-Domenica 27 agosto

Un intero fine settimana di eventi dedicati alla pietra, in cui la musica e la danza, declinate con diverse modalità e rivolte a differenti fasce di pubblico, divengono occasione per valorizzare luoghi ed elementi del paesaggio “di pietra” naturale e costruito, calando le proposte nel territorio e nei siti di estrazione e lavoro pietra. Si è data la preferenza a performance musicali o coreutiche per un coinvolgimento ampio anche degli ospiti stranieri presenti sul territorio.

Le finalità sono quelle di mettere in luce e valorizzare un elemento identitario del territorio provinciale, la pietra, raccontandolo con linguaggi che si integrano a quelli del Museo Granum e dell’Ecomuseo del granito, che ne propongono la storia, offrendone visioni contemporanee.




Calendario:

BAVENO - Venerdì 25 agosto ore 16.30

Visita alle cave con l’itinerario Pietre al tramonto. Dapprima il geologo presso il Museo traccerà il quadro del granito e dell’attività estrattiva che lo riguarda, a seguire in cava si farà la visita allo stabilimento di lavorazione dei feldspati e all’area estrattiva del granito, con salita in automezzo. Questa escursione prevede un ticket di euro 15 e la prenotazione obbligatoria entro le ore 17 del giorno precedente da effettuarsi presso l’ufficio turistico (Tel. 0323 924632)


BAVENO - Venerdì 25 agosto ore 21

L’Opera incontra i luoghi di lavoro e, grazie alla collaborazione con Tones on the Stones, che utilizza spazi industriali legati alla pietra in modo spettacolare, si concretizza in una produzione espressamente pensata per lo stabilimento di estrazione dei feldspati della cava Seula di Baveno. Lo stabilimento diverrà palcoscenico per Gianni Schicchi e Suor Angelica di Giacomo Puccini con la regia di Renato Bonajuto, l’Orchestra Filarmonica del Piemonte diretta da Aldo Salvagno e la partecipazione di Maddalena Calderoni nel ruolo di Suor Angelica e Sergio Bologna nel ruolo di Gianni Schicchi.

Prevendite a partire dal 17 agosto presso l’Ufficio turistico di Baveno (tel 0323 924632) biglietti € 25 (€ 23 per residenti di Baveno).


BAVENO - Sabato 26 agosto ore 19

Il parco di Villa Fedora accoglie MIGMA ON THE STONES, Electronic live performances con luci, pietre e suoni cura di NeXTones e Migma Collective, si esibiscono Comrade in una performance interattiva dal titolo Lapis manet e quindi Hi parote • UABOS e Vaeero.

L’evento è con ingresso a donazione libera. In caso di cattivo tempo sarà annullato.


MERGOZZO - Domenica 27 agosto

Dalle 15 alle 22 apertura speciale della mostra d’arte diffusa “Percorsi trasversali” che con opere scultoree e installazioni in pietra e legno si integra nell’antico nucleo storico mergozzese del rione Sasso.

Ore 21. Marmoree Vibrazioni. Piazzetta Marconi. Concerto tra rock e roccia con Vic Vergeat alla chitarra di marmo e la voce di Mar Tina. La voce angelica della giovanissima cantante Mar Tina e i suoni della chitarra di marmo dello storico chitarrista e cantautore ossolano che ha lavorato in tutto il Mondo si uniscono in un mix di grande effetto tra le antiche pietre del centro storico di Mergozzo.

L’evento è con ingresso a donazione libera. In caso di cattivo tempo si terrà presso la ex chiesetta Parco CRI.

L’iniziativa è inserita nel progetto “La pietra racconta” realizzato dai Comuni di Baveno e Mergozzo e dall’Associazione Gruppo Archeologico di Mergozzo nell’ambito dell’Ecomuseo del Granito con il contributo di Fondazione Comunitaria del VCO.




Read more