Come raggiungerci PDF Stampa E-mail

Accessi:

In auto o in pullman. Si arriva a Mergozzo con l'Autostrada A26. Giungendo da Milano si consiglia l'uscita Gravellona Toce, in direzione Verbania, da qui si può poi prendere a sinistra la deviazione per Mergozzo, che, aggirando il Montorfano, conduce all'ingresso nord-ovest del paese, dove è disponibile ampia area parcheggio idonea ai pullman presso il cimitero ed area parcheggio auto nel piazzale della posta. In alternativa si può proseguire per Fondotoce, dove si incontrerà la via di accesso sud-est a Mergozzo, che costeggia il lago.
Giungendo da Domodossola si consiglia l'uscita Mergozzo, da dove si prosegue poi, attraversando le frazioni, verso Mergozzo centro.
Per Montorfano: l'accesso in auto si trova, proseguendo dall'uscita Gravellona Toce dell'A26, a Fondotoce nei pressi della stazione FS. La strada con tornanti è percorribile solo da pullman da massimo 35 posti.

In treno. Per raggiungere Mergozzo centro è consigliata la stazione FS "Mergozzo" (linea Milano-Domodossola) che dista circa 400 metri dal Museo; per Montorfano si consiglia di raggiungere la stazione "Verbania Fondotoce" (linea Milano-Domodossola) e, di qui, proseguire a piedi lungo la carrozzabile (20 minuti di cammino).

Autobus di linea. Per Montorfano è comodo anche fruire degli autobus di linea (tratta Verbania-Omegna), scendendo alla fermata della Stazione FS di Fondotoce (da qui percorso a piedi 20 minuti lungo la carrozzabile).

A piedi. San Giovanni in Montorfano può anche essere raggiunta a piedi da Mergozzo lungo la bella mulattiera detta "Sentiero azzurro" (si veda pagina "Percorsi").

 

In evidenza

Filare e cucire... al via la stagione 2017

Madonna del cucito Museo Mergozzo

L’inaugurazione della stagione museale del Civico Museo Archeologico di Mergozzo quest’anno avviene con un incontro sul tema dell’iconografia delle arti tessili femminili a cura di Gian Vittorio Moro ed Elena Poletti Ecclesia. L’occasione di affrontare questo curioso tema è offerta dal recente restauro di un dipinto conservato presso la chiesa di S. Elisabetta al Sasso di Mergozzo, che propone l’insolita raffigurazione della Madonna intenta a cucire. Dopo l’introduzione storico-artistica si terrà una presentazione del restauro a cura della restauratrice Simona Munaro e a seguire la visita della chiesa e del dipinto. L’incontro fa da preludio a numerosi altri appuntamenti che si svilupperanno per tutto il 2017 sul tema “L’eterno e l’effimero” con riferimento ai materiali durevoli, quali la pietra, e a quelli deperibili e destinati a scomparire con il passare dei secoli, quali il tessuto e il legno, in un ciclo pensato anche per sottolineare la ricorrenza del decennale dell'Ecomuseo del granito, che ha la propria sede operativa presso il Museo di Mergozzo.

L'evento si svolgerà sabato 4 marzo alle ore 17.00.

Read more