Raccolte archeologiche

Al secondo piano il percorso si articola in due sale, proponendo reperti archeologici ordinati secondo criteri cronologici.

I reperti più antichi risalgono alla fine dell’età della pietra (Neolitico), all'età del Rame e all’età del Bronzo: si tratta per lo più di industria litica proveniente da Mergozzo, accanto ad alcuni straordinari reperti provenienti da altri contesti ossolani, quali l'ascia da combattimento di Baceno o il famoso pugnale in bronzo dell’Arbola. Sono presenti inoltre materiali ceramici da contesti abitativi dell'età del Bronzo di Omegna (Cireggio), Grassona (Cesara), Gozzano e Gravellona Toce. La tarda età del Ferro è invece rappresentata dai corredi della necropoli di Carcegna (I secolo a.C.) e da una spada celtica con fodero da Mozzio di Crodo.

La seconda sala illustra l’età romana, attraverso i materiali dai numerosi scavi effettuati a Mergozzo, che consentono di cogliere sia i costumi funerari (necropoli di Praviaccio e della Cappella) che alcuni aspetti della vita quotidiana e delle tecniche produttive antiche (si veda in particolare la fornace per laterizi d’età romana di Rubianco). Chiudono il percorso i reperti delle tombe tardo antiche (IV-V secolo d.C.) di Carcegna e quelli alto-medievali di San Giovanni in Montorfano, aprendo uno sguardo sulla fine del mondo antico e la Cristianizzazione del territorio.

 

In evidenza

Previous Succ.
  • 1
  • 2
Legni e tessuti di 2000 anni fa

Legni e tessuti di 2000 anni fa

Sabato 13 maggio 2017, presso il Civico Museo Archeologico di Mergozzo, dalle ore 17.00, si terrà l'incontro per il ciclo “L’eterno e l’effimero” dal titolo "Legni e tessuti di 2000 anni fa".

Gli archeobotanici, che negli scorsi mesi hanno analizzato i frammenti di materia organica rinvenuti nella necropoli orientale “della Cappella” di Mergozzo, oltre ad illustrare gli aspetti generali della loro particolare attività scientifica, daranno conto di alcuni risultati delle analisi effettuate che hanno consentito, attraverso l’esame dei legni mineralizzati sugli attrezzi da lavoro in ferro, di ricostruire alcuni elementi del paesaggio vegetale antico.

Mentre i resti di tessuti, anch’essi conservati per mineralizzazione su strumenti e oggetti d’ornamento, hanno permesso di individuare tecniche e tipologie di fibre tessili impiegate e infine i frammenti di cuoio restituiscono utili dati sulle calzature indossate dai mergozzesi di 2000 anni fa.

L’archeobotanica, disciplina il cui nome è stato coniato nel 1978, si occupa dell’analisi di diverse tipologie di resti di materia organica e contribuisce anche con questi dati a offrire una ricostruzione dettagliata del passato.

La conferenza si inserisce nel ciclo annuale per il decennale dell’Ecomuseo del Granito “L’eterno e l’effimero” con riferimento ai materiali durevoli, quali la pietra, e a quelli deperibili e destinati a scomparire con il passare dei secoli, quali il tessuto e il legno.


COMITATO PARKINSON CUP E GRUPPO ARCHEOLOGICO MERGOZZO PORTICATO DELLE CAPPELLE DALLE ORE

19.30 ESERCITAZIONI DI IMMAGINAZIONE Concerto in memoria di Alberto De Giuli

Nella stessa giornata del 13 maggio si terrà presso il Porticato delle Cappelle di Mergozzo un evento, organizzato dall’Associazione Amici Parkinsoniani VCO onlus e dal Gruppo Archeologico, in ricordo di Alberto De Giuli, fondatore del Gruppo, animatore di tante iniziative di ricerca storica e archeologica, scomparso nel gennaio 2016 dopo aver lungamente lottato contro la malattia di Parkinson.

Dopo un momento con interventi a ricordo di Alberto a cura di amici e colleghi, si terrà il concerto “Esercitazioni di immaginazione” con NeverSeenOrchestra, diretta dal maestro Gianmaria Bellisario.

Il concerto è a offerta libera. Il ricavato sarà devoluto a iniziative a favore di persone affette dalla malattia di Parkinson.

Read more
Museo in gioco 2017

Museo in gioco 2017 - STORIE DI LEGNO E DI PIETRA

Anche per il 2017, grazie alla consolidata collaborazione con la Biblioteca per Ragazzi e il progetto Nati per Leggere di Mergozzo, ampliata anche con la collaborazione con il Comune di Baveno e il Museo Granum, ove si terrà uno degli appuntamenti, il CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO e l'ECOMUSEO DEL GRANITO, che compie 10 anni, propongono un calendario di incontri e attività per coinvolgere i più piccoli. Questo il programma dell'anno:

Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 22 aprile ore 15.30-17.30

Storie di pietra – letture di racconti con la pietra come soggetto o ambientazione, a seguire laboratorio creativo e merenda


Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 20 maggio ore 15.30-17.30

Storie di legno – speciale “Pinocchio”, una storia, tante storie…, a seguire laboratorio creativo di costruzione burattini

Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 10 giugno

Notte in museo – torna, a grande richiesta, la possibilità di passare una notte insolita in un luogo insolito, tra le pietre antiche del museo… (numero massimo 10 partecipanti)


Mergozzo, Civico Museo Archeologico – Sabato 23 settembre ore 15.30-17.30

Compleanno del museo e dell’ecomuseo del granito – letture animate “le migliori storie di legno e di pietra”, a seguire laboratorio creativo


Baveno, Museo Granum - Domenica 8 Ottobre ore 15-17

Giornata F@Mu – pomeriggio in museo con attività ludiche per bambini e famiglie (presentazione del gioco “trivial pursuit lungo la via del marmo” frutto del progetto con le scuole medie del territorio e la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano)




Read more